sostanze lesive per l’ozono
La presenza di sostanze lesive dell’ozono è da attribuire esclusivamente ai liquidi refrigeranti impiegati negli impianti di condizionamento, dotati di circuiti chiusi. Salvo perdite accidentali e non prevedibili di tali sostanze, non sono presenti emissioni libere in atmosfera correlabili alle attività produttive.

emissioni di SO2
Nel 2010, l’emissione diretta di SO2 derivante dalla combustione di gasolio e olio combustibile, è stimabile in circa 150 tonnellate.